>Tutti i membri del normale – parte I :

>
Inizia tutto cosi…
c’è un uomo,un ragazzo forse,diciamo un individuo;
poi c’è un blog,dove nessuno mette piede;
infine c’è un pensiero,quello che rispecchia una moltitudine di persone…

Potrei chiamarla insoddisfazione,ma è forse esagerato.
Si potrebbe pero definire come inerzia degli eventi,la legge di murphy, o semplicemente sfiga… naaa troppo pessimista.
Fato? mmmh non siamo più nel medioevo…
Fortuna mancata!… mhh non mi convince in fondo non gioco spesso al superenalotto,non ci siamo.
Diciamo che la voglio chiamare “macchia grigia”.
Cosa è? è un pensiero,una constatazione degli eventi,un tentativo di evasione comportata da una condizione che non consente alcuna reazione.

Tutto parte da questo Blog,che è uno sfogo per tutto,ma non è un vero sfogo,perche qui nessuno legge,nessuno ascolta le mie parole,quindi è uno sfogo sulla mia bacheca,per usare termini più contemporanei dovrei dire sul mio Wall, il che ha un suono di non so che rassicurante….come se stessi parlando con un muro appunto,e quindi non temo nessuna conseguenza per quello che dico.

Qui io raccolgo i miei pensieri,per lo piu dettati da giornate,mattinate in qui mi sento piu o meno in pace con me stesso.
Ogni giorno ti riserva una sorpresa,questo è chiaro oramai,questa può essere talvolta bella,bellissima o pessima…
Non sempre pero è cosi facile etichettare una cosa,in fondo basta poco per trasformare quella cosa in un evento con dei risvolti negativi.
Mi auto-consiglierei di prendere tutto quello che accade con la punta delle dita,ma vorrebbe dire non viversi la vita, e poiche la vita è una e va vissuta come cavolo ti pare questo non rientra nei miei schemi.Bisogna a prescindere vivere tutto quello che ti capita,prenderne spunto per migliorare,insegnamento e semplicemente godersi ogni attimo.

Se fai un mestiere che ti piace devi essere grato per questo; se non diventare schiavo di un sistema che per farti sopravvivere ti obbliga a massacrare la tua esistenza devi pagarne il prezzo.
Se trovi una persona speciale che sa renderti felice e che trasforma in oro tutto quello che tocca, devi ringraziare (Dio) di avertela fatta trovare; se però questa con parole semplici,sincere a volte ingenue ti ferisce o ti manda in bestia, in quei casi bisogna anche lì pagare il prezzo.
Se un giorno ti svegli tutto rotto,con la schiena a pezzi,il ginocchio che fa male perchè hai sempre avuto la passione per lo sport e hai sempre sopportato grandi sacrifici per portare avanti quella passione anche in quel caso si tratta di pagarne il prezzo.

in sostanza torniamo sempre li… bello e brutto girano sempre affiancati,non c’è evento bello che non si trascina qualcosa da temere dietro.

Uno dice sempre che vorrebbe vincere la lotteria,ma alla fine quali conseguenze ti porterebbe???
se si pensa che la GIOIA di un evento positivo è direttamente proporzionale al DOLORE che essa ti causa alla fine forse non sarebbe meglio avere tutti quanti una vita NORMALE???……

lascio il mondo e la gente libera di pensare quello che vuole ma la mia risposta è NO!
No se questo significa accontentarsi,no se ti comporta di frenare l istinto,no se significa rimanere coi piedi per terra.

il mio motto è “nothing else matters”….. e chi lo sa che potrebbe anche diventare una filosofia…..

fine parte I

I commenti sono chiusi.
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: