The Dark Knight Rises : recensione

Ho aspettato qualche giorno dall’uscita nelle sale, così per calmare l’euforia..e per avere il tempo di riguardarmi in questi giorni i 2 precedenti capitoli.

Ieri però alla fine di un tour de force nel mondo di Ghotam sono finalmente andato a vedere l’ultimo parto di Nolan.

Non ho recensito i primi 2 capitoli però visto i pareri discordanti che si sentono in giro ho deciso di dire la mia.

Parto col dire che non sono mai stato un fan sfrenato di Batman,fumettisticamente parlando intendo, mi è sempre sembrato un uomo in calzamaglia che senza nessun superpotere faceva a scazzottate contro mostri di ogni genere.

Cinematograficamente invece se l’è (quasi) sempre cavata.

In questo ultimo capitolo The Dark Knight Rises c’erano molte aspettative. Parliamo dunque del film.

Il clima è sempre lo stesso, le musiche meravigliose di Hans Zimmer ci accompagnano in una Ghotam apparentemente serena dopo la sconfitta di Joker, con Batman fuori dalle strade da 8 anni e ritenuto colpevole della morte di Dent.

In città i poliziotti battono la fiacca con il commissario Gordon sta per essere mandato a casa. Bruce Wayne vive isolato nel suo castello e gravemente acciaccato dagli infortuni si aggira con un bastone invecchiato, zoppicante e stanco … uno scenario questo che getta subito in confusione, come fa questo qui cosi malandato a riprendere a combattere?

Il nuovo nemico di turno si chiama Bane interpretato da un mascherato e irriconoscibile Tom Hardy , che sta organizzando un attacco nucleare su Ghotam e la sua gente.

Entra anche in scena la figura di Catwoman, che viene interpretata da Anne Hathaway e che a mio avviso non traspare come un personaggio ben riuscito.

Il film si evolve lentamente e presto Batman fa di nuovo la sua apparizione.

All’inizio del film Nolan riprende quel tratto di Batman che lo rende umano e credibile come nel primo capitolo, un uomo qualunque che trova la forza nella sua determinazione a sconfiggere il male e nella tecnologia sviluppata di segreto dalla sua azienda…

Nella regia molti dubbi si trovano nella guarigione miracolosa di Bruce Wayne che un momento si trova a zoppiccare e due scene dopo corre sotto la pioggia con Marion Cotillard o addirittura si cala dentro un ospedale in giacca e cravatta.

Quello che più mi è sembrato strano è vedere cosi nettamente in Ghotam City New York, nelle inquadrature non si vede mai la Wayne tower o la ferrovia, molte scene vengono girate alla luce del giorno in cui la città sembra meno cupa di quello che dovrebbe essere.

Christian Bale fa sempre molto bene il suo dovere da eroe e a mio avviso si conferma (perchè c’era ancora bisogno di conferme?) il miglior batman e forse azzarderei anche miglior super eroe del grande schermo, credibile, enigmatico,tormentato e sofferente, nonostante una maschera e poca espressività gli vanno riconosciute grandi meriti del successo di questa trilogia.

Il film scorre piacevolmente e una volta abituati alla voce di Bane e alla trama intricata ci si riesce a godere le gesta dell’eroe pipistrello.

Ecco le gesta appunto.Questo è quello che non mi è proprio andato giù.

Batman combatte nel buio, in una delle sue memorabili citazioni di Begins Ra’s Al Ghul diceva: ” tu sai scomparire, noi ti insegneremo a diventare invisibile” qui Batman era tutt’altro che invisibile.

In pieno giorno a fare a scazzottate a mani nude,senza gingilli tecnologici,e con un mantello di stoffa cinese…non è questo Batman.

Ero abituato a vederlo volare nelle tenebre,uscire alle spalle dei nemici e qui invece lo vediamo come soldato mascherato in mezzo alla rissa.

Per non parlare di quando si trasforma in pilota di astronavi. Bocciato. “Teatralità e inganno” qui mi sembrava più che altro Transformers contro Rambo. Peccato è una macchia nel film.

A parte questo Il clima e la suspance la fanno da padroni, tensione e paura per un vulnerabilissimo Batman tengono i nervi tesi e consentono di dimenticarsi di alcuni dettagli come la schiena che guarisce in meno di 20giorni, di come sia ridicola Catwoman a pecora sulla batmoto e altre piccole minuzie.

Il film non si può giudicare migliore degli altri, per me Begins è in assoluto il migliore, altri preferiscono the Dark kinght solo per l’interpretazione di Joker.

Personalmente questo lo  reputo un buon film, ricchissimo di colpi di scena e forse un po’ esagerato in scene di apocalisse.

Ci si aspettava qualcosa di meglio? beh quando si raggiunge un livello come in Begins e the dark knight si, ma l’effetto che si ha una volta usciti dalla sala è lo stesso dei 2 precedenti capitoli,

si ama Batman quanto prima, ci si commuove con Alfred e ci si domanda cosa succederà ora….quindi posso dire che ha rispettato appieno le aspettative!

Qui qualche video delle riprese se non l’avete ancora visti:

Lascia un commento

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: