Cercasi share di stampante 3d!

Sarà oramai un anno e forse più che dico e cerco qualcuno che voglia prendersi con me una stampante 3d dividendosi le spese iniziali e pagandosi poi il consumo dei materiali per le stampe, la trovo un passo fondamentale per un designer al momento finche queste stampanti non diventeranno inflazionate e la modellazione 3d sarà insegnata nei licei al posto della religione…

Cosa rende cosi interessante avere una stampante 3d?

beh prima di tutto da professionista freelance è un bonus in più per i propri clienti, oggi avere un modello 3d da visualizzare a schermo  quello che potrebbe essere nella realtà l’oggetto è importante, ma sebbene rende l’idea, per molti ancora risulta difficoltoso percepire forme e dimensioni da un oggetto su video e tanti se non quasi tutti vogliono tastare con mano..

Riduce i costi di prototipazione, se si vuole inventare un oggetto che deve avere delle funzioni meccaniche (semplici) o di ergonomia stampando un modello 3d a casa propria si può vedere subito se l’oggetto già funziona o no e se c’è qualcosa da correggere si può intervenire senza costi aggiuntivi.

Queste sono solo 2 degli utilizzi più disparati, inutile stare a dire che gli impieghi possono essere molteplici per non dire infiniti…

prima di quanto immaginiamo questa realtà diventerà veramente alla portata di tutti, oggi la più economica che ho trovato si aggira sui 900€ ma per avere una stampante con un ottimale dettaglio bisogna arrivare sui 1500€ ….

Per questo rinnovo il mio interesse nel trovare un designer che voglia “sharare” una stampante come quella qui sotto….

Se interessati contattatemi per mail, vi lascio all’articolo che spiega le nuove potenzialità dell’ultimissima stampante MakerBot.

Yesterday in downtown Brooklyn, MakerBot unveiled the second generation of its popular desktop 3-D printer: the Replicator 2. Speaking in a bistro next to the MakerBot offices, CEO Bre Pettis was charmingly excited to rip away the black fabric covering the revamped machine. “First of all, it’s just a beautiful desktop 3-D printer,” he said.

The Replicator 2 is poised to make desktop 3-D printing a far more ubiquitous technology. The new model is 37% bigger than MakerBot’s original, and prints with a far greater accuracy–100 microns per inch, to be exact (one micron is about as thick as a piece of paper). That means users will be able to print larger, faster, and more precisely than ever before. It’s also more durable than the original wooden Replicator, with a strong PVC and steel frame.

For more advanced users, MakerBot will introduce a dual-extrusion version called the Replicator 2X next year. The 2X is targeted for more sophisticated users–“the hot-rod to the Replicator 2’s Honda,” said Pettis. Both machines are sleek, black, and framed with neon purple LEDs, in stark contrast to the DIY look of the first Replicator. At $2,199 and $2,799, these two new models are about $400 more than the original. But Pettis says the new price point illustrates the changing status of the 3-D printer, which is being used by many more professionals–e.g., “prosumers”–these days. This is MakerBot, all grown up.

Pettis also unveiled a new software, MakerWare, which is arguably more important than the Replicator 2. Why? MakerWare, which looks about as easy to use as Google SketchUp, will make printing easier for people who aren’t familiar with digital modeling and fabrication. In a demonstration, Pettis dragged and dropped a few forms into the model space, happily pointing out that to print them, “you just click the ‘M’ button.”

MakerBot’s first physical retail store–across the bridge, in NoHo–also opened its doors today. There, 3-D printing enthusiasts can hang out, try the new Replicator, and pick up some printed swag. “You know that person who has everything?,” asked Pettis, “they probably don’t own anything that came from a 3-D printer.”

On hand for today’s announcement was Marty Markowitz, mayor of Brooklyn, who grudgingly added that MakerBot was throwing Manhattan (“that lesser borough”) a bone by opening up its first store there. Of Brooklyn-based MakerBot, though, Markowitz was enthusiastic in a way only a 60-something Brooklyn native could be. “MakerBot’s got Brooklyn attitude,” he said. “Well, these days they call it swagger.”

The Replicator 2 is available today, over on MakerBot’s online store, while the 2X will arrive in early 2013.

Lascia un commento

1 Commento

  1. antimix

     /  9 novembre 2012

    Beh, su Kickstarter trovi il progetto di una stampante 3D opensource in kit che ti puoi portare a casa a soli 393 euro e non la dividi con nessuno😉 E che qualità…. Il primo set di kit a prezzo speciale è già finito. Non fare esaurire anche il secondo :)… Io la ho già prenotata.

    L5 3D – A Stylish and Affordable Open Source 3D Printer by Michael Lundwall — Kickstarter http://kck.st/SgJ70w via @kickstarter

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: